Viareggio, 11 Luglio 2017 – Riportiamo l’articolo di Donatella Francesconi intitolato “Rischia di annegare in piscina: la salva il bagnino del Roma” pubblicato online su “Il Tirreno” ed. Versilia l’ 11/07/2017 . E’ intervenuto Fabio Belli, Bagnino di Salvataggio SNS.

Rischia di annegare in piscina: la salva il bagnino del Roma

La donna ha accusato un malore e ha ingerito acqua non riuscendo ad uscire autonomamente  Pronto intervento di auto medica e ambulanza della Croce Verde: non è in pericolo di vita

Leggi l’articolo sull’edizione online de “Il Tirreno” ed. Versilia

“VIAREGGIO. Ha accusato un malore mentre era in acqua, nella piscina dello stabilimento balneare Roma, sulla Passeggiata di Viareggio. È bastato un attimo e per la turista settantenne, di San Casciano Val di Pesa, sarebbe finita molto peggio se un uomo, anche lui in acqua, non l’avesse urtata accorgendosi così che la donna non reagiva, nonostante sembrasse intenta a fare il bagno.
Immediatamente si è tuffato il bagnino, Fabio Belli che ha riportato la donna in superficie per poi trascinarla fuori, a bordo della piscina. Immediata la richiesta di soccorsi alla Centrale operativa delle 118 Asl Toscana Nord Ovest che ha inviato sul posto ambulanza della Croce Verde di Lido ed automedica.
Una volta fuori dalla piscina, l’anziana è stata soccorsa con tutte le manovre del caso perché espellesse l’acqua bevuta negli attimi nei quali è rimasta immersa senza poter reagire. Una volta eseguita la manovra, i sanitari hanno appurato che la turista appariva cosciente anche se aveva immediata necessità di essere trasferita al Pronto soccorso dell’ospedale Versilia, dove è arrivata seguita anche dal medico che ha voluto essere presente nel tragitto in ambulanza, e dove le è anche stato applicato l’ossigeno.
Chi ha assistito ai momenti concitati a bordo piscina ha segnalato l’ottimo intervento dell’assistente bagnanti: «Mi sono tuffato e l’ho presa», racconta Belli: «Ho fatto solo il mio lavoro. Il merito è stato un po’ di tutti quelli che si sono trovati lì in quel momento».
Fabio è al suo primo anno con indosso la maglia rossa del salvamento, simbolo di una affollata squadra di assistenti bagnanti che sulle coste della Versilia porta avanti la storia gloriosa del lavoro tra spiaggia e mare lungo l’intera stagione estiva. Dopo gli studi e aver lavorato altrove, oggi è in servizio nello stabilimento balneare di proprietà della madre.
«La signora ha avuto un piccolo malore, ha bevuto l’acqua della piscina e ha accusato come uno svenimento», racconta ricostruendo i momenti drammatici del salvataggio.
Affidata alle cure dei medici del Versilia dove è arrivata in codice giallo, alla turista è stato riscontrato un malore di tipo neurologico. Ma le sue condizioni non erano tali, al momento del ricovero, da indicare un pericolo di vita.
Restano salvi tutti i consigli contenuti anche nel vademecum che la Capitaneria ha distribuito agli stabilimenti balneari. Sono giorni di grande caldo che impongono la massima prudenza in spiaggia sia per i bambini che per le persone anziane
“.”

Fonte e foto: Il Tirreno ed. Versilia

Tags: