Società Nazionale di Salvamento, dal 1871... per la sicurezza della vita sul mare
0
  • Il tuo carrello è vuoto

salvataggio

Appiano Gentile, 23 Luglio 2021 – Tre bagnini, Luca Mazzon, Gioele Mallano e Andrea Siciliano hanno salvato un bambino in una piscina ad Appiano Gentile (CO). Gioele e Andrea sono stati brevettati dalla SNS Sez. di Como. Riportiamo l’articolo pubblicato il 24/07/2021 sul quotidiano “La Provincia” di Como.

Appiano, tre bagnini eroi salvano un bambino di 8 anni

Il racconto: «Ho visto un’ombra sotto l’acqua. Non ci ho pensato due volte e mi sono tuffato». Il piccolo non respirava: un soccorritore ha iniziato il massaggio cardiaco, un altro ha preso il defibrillatore

leggi l’articolo su laprovinciadicomo.it

Spavento, urla e agitazione; poi silenzio e sollievo. Attorno alle 11.30 di ieri, venerdì 23 luglio, un bambino di 8 anni ha rischiato di annegare alla piscina “La Pinetina” di Appiano Gentile, proprio accanto al centro sportivo dell’Fc Inter. Il ragazzino stava giocando nell’acqua assieme agli amichetti, quando parrebbe che improvvisamente, la maschera che aveva sugli occhi sia scivolata sul volto, l’abbia disorientato e abbia perso i sensi, bevendo l’acqua. Trenta secondi sott’acqua sono comunque bastati per fargli perdere il battito cardiaco.

Luca Mazzon, Gioele Mallano e Andrea Siciliano 

Fonte e foto: laprovinciadicomo.it

25 Luglio 2021 – Il 28 Aprile 2021 è una data storica: su iniziativa di Irlanda e Bangladesh,  l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato una Risoluzione sulla prevenzione globale dell’annegamento, riconoscendola per la prima volta nei 75 anni di storia dell’ONU.
La Risoluzione stabilisce la prevenzione degli annegamenti come un’importante questione internazionale, riconosciuta da tutti i 193 Stati membri delle Nazioni Unite e stabilisce un quadro di azioni che ogni paese dovrebbe intraprendere per prevenire gli annegamenti.
Queste azioni prevedono, tra le altre, l’elaborazione di un piano nazionale contro gli annegamenti, la condivisione delle esperienze fatte sul campo e la registrazione delle statistiche sugli annegamenti (UN General Assembly Resolution A/RES/75/273 “Global drowning prevention”- 28 April 2021 – clicca per leggere).

#drowningprevention

La Risoluzione proclama il 25 Luglio di ogni anno World Drowning Prevention Day – Giornata Mondiale della Prevenzione dell’Annegamento per accrescere la consapevolezza dell’importanza della prevenzione dell’annegamento e la necessità di una iniziativa/azione multisettoriale per migliorare la sicurezza in acqua, con lo scopo di ridurre le morti che si possono prevenire.

World Drowning Prevention Day

Giornata Mondiale della Prevenzione dell’Annegamento

La Risoluzione invita inoltre la World Health Organization (WHO) ad assistere gli Stati Membri nei loro sforzi in materia di prevenzione degli annegamenti, e a coordinare azioni/iniziative fra le appropriate entità UN.

La Risoluzione afferma che l’annegamento si può prevenire e incoraggia tutti gli Stati Membri a sviluppare programmi di prevenzione in linea con gli interventi raccomandati dalla WHO, ad esempio barriere, vigilanza, capacità natatorie, soccorso e addestramento sulla rianimazione, disciplina della nautica da diporto, gestione dei rischi alluvionali e capacità di recupero.

La Società Nazionale di Salvamento invita ad esaminare la Risoluzione U.N. e la porta a conoscenza dei propri iscritti, parti interessate all’argomento, comunità, e continuare a farne argomento delle nostre raccomandazioni nelle pianificazioni e iniziative in materia di prevenzione dell’annegamento.

Fonte: UN/IMRF/SNS

Fregene, Luglio 2021 – Stefano Putino, 16enne neo-brevettato Bagnino di Salvataggio presso la SNS Sez. di Fregene, ha salvato 3 persone.  E’ accaduto lo scorso 30 Giugno. Riportiamo l’articolo pubblicato dal quotidiano online “Fregene Online” il 01/07/2021 .

Bagnino di 16 anni salva 3 persone in mare

leggi l’articolo su fregeneonline.com

Altro gran salvataggio quello di ieri tra il Delfino e l’Ondina di Fregene, anche per l’età dell’assistente bagnanti intervenuto. Erano le 17.00 e il mare era mosso, con una forte corrente, ignorata però da un signore anziano che è entrato in acqua con due nipoti.

I tre sono entrati subito in una buca che ha cominciato a trascinarli verso il largo. Non toccavano più, si sono spaventati, hanno cominciato a bere e a quel punto Stefano Putino, un ragazzo di Fregene neo brevettato di soli 16 anni in forze al Delfino, senza pensarci due volte ha spinto il pattino in mare ed è uscito per recuperarli, riportandoli a riva.

“La cosa che stupisce è la maturità e il coraggio dimostrati per la sua giovane età – commentano i gestori dello stabilimento, la famiglia Di Giuseppe – ringraziamo Stefano, è stato veramente straordinario”.

Stefano Putino, Bagnino di Salvataggio SNS

Fonte, foto e immagini: fregeneonline.com

Pisticci, 16 Luglio 2021 – Carmela Donno, bagnina 17enne della SNS, ad un anno esatto dal triplice salvataggio di Marina di Pisticci (guarda il video del TGR Basilicata) ha incontrato Giuseppe Marino, Presidente SNS.

Il racconto del salvataggio nelle parole della protagonista. 

<<Buonasera presidente, sono Carmela Donno, la ragazza del Lido del Sole di Marina di Pisticci… Nel momento del salvataggio e subito dopo ancora non realizzavo cosa, effettivamente, ero riuscita a fare (anche perché avevo completato l’esame da bagnino di salvataggio solo due giorni prima). Quando “le acque” si sono calmate e sono riuscita a rielaborare il tutto mi sono resa conto di quello che era successo. Mi dicevo: “ho salvato delle vite!? davvero?!”… ero sconcertata e allo stesso tempo impaurita perché ripensavo a come fossero andate le cose. Con il passare del tempo, ripensando a quel giorno, sono sempre più orgogliosa di quello che ho fatto e, soprattutto, di far parte della Società di Salvamento. Ringrazio ancora tutti per il riconoscimento e la fiducia in me>>. 

Carmela Donno, poetessa in erba – già premiata in Europa ed in Italia – verrà ufficialmente insignita della “Medaglia al Merito in Oro” della Società Nazionale di Salvamento in occasione della “Solenne Premiazione Nazionale dei Salvatori” che si svolgerà nel 2022.

Giuseppe Marino, Presidente SNS, con Carmela Donno, Bagnina SNS

Fonte e foto: SNS Sede Nazionale

Ascea, 10 Luglio 2021 – Riportiamo l’articolo di Virginia Grafito pubblicato il 10/07/2021 su “L’Occhio di Salerno”, quotidiano online.

Ascea: si tuffa in mare e rischia annegare, bagnante salvato dai bagnini

L’uomo si è tuffato in mare e non è riuscito a tornare a riva a causa della corrente

leggi l’articolo su salerno.occhionotizie.it

“Tragedia sfiorata ad Ascea dove nella tarda mattinata di oggi, sabato 10 luglio, un turista ha rischiato di annegare dopo essersi tuffato in località Scogliera. A causa della forte corrente che si crea quando il mare è agitato, l’uomo non riusciva più a tornare a riva. Un bagnino e un altro bagnante si sono tuffati per prestare soccorso”.

Paura ad Ascea: bagnante rischia di annegare

“Poco dopo, come riporta Infocilento, il personale di Nardino’s beach è andato in supporto all’operazione di soccorso con un acqua scooter. Una volta raggiunto il malcapitato e i soccorritori e li hanno riportati a riva in salvo. Sul posto è poi intervenuta anche un’ambulanza del 118 ma per fortuna le condizioni del bagnante sono buone”.

Fonte e immagini: salerno.occhionotizie.it

Massa Carrara, 2 Luglio 2021 –  Alla presenza del Prefetto di Massa Carrara Claudio Ventrice e delle più alte cariche provinciali, il Sindaco di Montignoso e Presidente della Provincia Gianni Lorenzetti ha premiato le Associazioni di Volontariato di Protezione Civile che si sono distinte nel sostegno alla Popolazione in tempo di pandemia di Covid-19.
In particolare ha premiato le Volontarie ed i Volontari della SNS di Montignoso con la seguente motivazione:
“Per il tempo dedicato a dare supporto ed assistenza ai cittadini durante l’emergenza Sanitaria, distribuzione mascherine, spese alimentari, buoni pasto, distribuzione materiale scolastico e multimediale agli studenti”.
La pandemia non è ancora finita e la Società Nazionale di Salvamento continua l’impegno nell’ambito di Protezione Civile, addestrando ed aggiornando i propri Volontari, in ambito alluvionale e prevenzione inquinamento ambientale.
Il Presidente della SNS Sez. Montignoso, Francesco Greco: “E stato un privilegio per Noi essere stati di aiuto e supporto, unitamente alle altre Associazioni, alle persone più colpite e bisognose del territorio Provinciale di Massa Carrara”.

Fonte e foto: SNS Sez. Montignoso

Genova, 27 Giugno 2021 – Riportiamo l’articolo pubblicato il 27/06/2021 sul quotidiano “Il Giornale” ed. del Piemonte e della Liguria. Dal 26 Giugno una motovedetta dei carabinieri in congedo e una moto d’acqua della Società Nazionale di Salvamento su spiagge e coste libere di Genova tutti i fine settimana: la collaborazione con il Comune di Genova.

L’ACCORDO CON IL COMUNE: ESTATE PIÙ SICURA CON LA PROTEZIONE CIVILE

Una motovedetta dei carabinieri in congedo e una moto d’acqua della Società di Salvamento che prepara i bagnini vigileranno su spiagge e coste libere di Genova tutti i fine settimana

L’ESTATE SICURA VOLUTA DAL COMUNE Più sicurezza in mare e sulle spiagge libere. Una vedetta dei carabinieri in congedo e una moto d’acqua della «Salvamento» sorveglieranno la costa. Un’estate più sicura grazie alla Società Nazionale Salvamento e all’Associazione Nazionale Carabinieri che da ieri collaborano con il Comune per sorvegliare la costa genovese e garantire un’estate sicura anche in mare, nei tratti non sorvegliati dai bagnini degli stabilimenti balneari. Le due organizzazioni di Protezione Civile infatti sono state messe in campo da ieri, ogni weekend e per tutta l’estate, grazie anche a una speciale dotazione messa a disposizione del coordinamento curato dal consigliere delegato alla Protezione Civile del Comune di Genova, Sergio Gambino. I mezzi impiegati nelle attività di monitoraggio saranno infatti una moto d’acqua a Nervi e una motovedetta a Voltri, messe a disposizione e utilizzate rispettivamente dalla Società Nazionale Salvamento e dall’Associazione Nazionale Carabinieri. Le attività di controllo si svolgeranno per 10 ore al giorno e vedranno all’opera il personale appositamente formato delle due realtà di Protezione Civile. Un salto di qualità nell’assistenza ai bagnanti rispetto alle estati passate per quanto riguarda le spiagge libere. In mare opereranno autentiche squadre di soccorso, specificamente preparate. Saranno operative una squadra di due persone sulla moto d’acqua e una squadra di tre persone sulla motovedetta, pronte a intervenire in caso di situazioni di criticità e in coordinamento con la Capitaneria di Porto. Nel complesso sono 18 le persone impegnate nelle attività di monitoraggio che si alterneranno in turni stabiliti per garantire la presenza durante l’orario di balneazione. Sulla moto d’acqua si alterneranno quattro squadre da due persone, 10 invece le unità che saliranno sulla motovedetta. Il servizio va ad aggiungersi a quelli già forniti dall’amministrazione comunale genovese per la sicurezza di cittadini e turisti che frequentano le spiagge libere genovesi, come i 14 bagnini in servizio presso sette postazioni e le attività di monitoraggio degli arenili, partite ormai 10 giorni fa e tenute dai volontari di Protezione Civile. Questi ultimi, l’estate scorsa, avevano collaborato al piano di azione comunale per il contingentamento delle spiagge, che aveva permesso a genovesi e visitatori di fare il bagno e prendere il sole nel rispetto delle normative antiCovid. Da segnalare infine il servizio di raccolta dei rifiuti galleggianti che vede impegnata la Guardia Costiera Ausiliaria, un’organizzazione di Protezione Civile che, tra il 2011 e l’anno scorso, in collaborazione con il Comune di Genova, ha rimosso dalle acque della fascia costiera tra Vesima e Capolungo quasi 10 tonnellate di spazzatura tra plastiche e legname. «Negli ultimi anni l’amministrazione si è impegnata molto dichiara il consigliere delegato alla Protezione Civile Sergio Gambino per aumentare la sicurezza delle nostre spiagge, prevenendo le situazioni di pericolo per i cittadini e i turisti che le frequentano sempre più numerosi. Le attività di monitoraggio del litorale, che si ripeteranno per tutta l’estate ogni fine settimana, sono un ulteriore tassello del mosaico di iniziative che il Comune di Genova ha varato, spesso insieme alla Protezione Civile, al fine di tutelare l’incolumità dei bagnanti». RC

Fonte e immmagini: “Il Giornale” ed. del Piemonte e della Liguria 

Genova, 21 Aprile 2021 – Nota del Prof. Giuseppe Marino, Presidente SNS, e del Dr. Alfredo Rossi, Direttore Sanitario SNS al Ministero della Salute ed all’Istituto Superiore di Sanità.

Al Ministero della Salute

All’Istituto Superiore di Sanità

LORO SEDI

Prot. n.° 99 del 21/04/2021
Oggetto: Vaccinazione profilattica Covid-19 per Bagnini di Salvataggio

La società Nazionale di Salvamento ha già inviato agli Organi Istituzionali in indirizzo, in data 22 febbraio 2021, una lettera con la quale si esprimono sia le ragioni medico-scientifiche che le motivazioni logistiche per effettuare la vaccinazione anti Covid-19 ai Bagnini di Salvataggio in servizio o che prenderanno servizio durante la prossima stagione balneare estiva.

Vogliamo qui riassumere e ribadire i punti essenziali:

  • I Bagnini di Salvataggio sono Soccorritori qualificati e incaricati di servizio di pubblica utilità professionalmente esposti, del tutto assimilabili ad altri operatori di soccorso;
  • sono gli unici soccorritori di prossimità in un’area di balneazione: intervengono immediatamente per ogni tipo di soccorso, avendo competenza sia per la patologia specifica della balneazione, sia per ogni altra patologia acuta di carattere generale;
  • sono pertanto a rischio di contatto diretto, peraltro inevitabile, con vittime potenzialmente affette da positività o patologia da Covid-19.
  • Parallelamente anche l’utenza balneare ritiene che la presenza di un bagnino vaccinato costituisca un criterio di sicurezza generale.

In quest’ultimo mese (che ha fatto seguito alla data della prima richiesta già citata) un numero sempre crescente di bagnini e di concessionari balneari ci ha interpellato in merito allo stato di avanzamento del provvedimento in oggetto, esprimendo dubbi circa la possibilità di intraprendere un lavoro in sicurezza, con possibile grave detrimento della stagione balneare stessa.

La Società Nazionale di Salvamento chiede quindi una sollecita risposta al quesito in oggetto, precisando che le diverse ASL ed ATS regionali potrebbero utilizzare una griglia di priorità.

Certi di un riscontro positivo alla nostra richiesta, si ringrazia e si saluta con viva osservanza.

Genova, 21 Aprile 2021

Il Presidente Nazionale
Prof. Giuseppe Marino

Il Direttore Generale Sanitario
Dott. Alfredo Rossi

^^^^^^^^^^
Scarica la nota
Vaccinazione profilattica Covid-19 per Bagnini di Salvataggio seconda richiesta
(PDF)

Bogliasco, 11 Aprile 2021 – Si è spento a Bogliasco (GE) a 79 anni Marco Bollesan, leggenda del rugby, capitano e allenatore della nazionale azzurra, socio e simpatizzante della Società Nazionale di Salvamento. Bollesan era stato premiato dalla SNS il 18 novembre 2011, in occasione della XVI^ edizione della “Solenne Premiazione Nazionale dei Salvatori”, tenutasi sulla nave MSC Orchestra, MSC Crociere.

“Diploma di Benemerenza di 1^ classe” al Bagnino di Salvataggio Bollesan Marco – In occasione di una fortissima mareggiata non esitava a mettere in serio pericolo la propria vita, rimanendo gravemente ferito, interveniva nell’azione di recupero delle imbarcazioni da pesca insieme ed in aiuto ai pescatori locali. Boccadasse, Genova, 31 ottobre 2008.

La Società Nazionale di Salvamento si unisce al dolore delle figlie ed a tutta la sua famiglia.

2011: Marco Bollesan riceve il “Diploma di Benemerenza di 1^ classe” dal Col. Gianfranco Cardini, Guardia di Finanza (foto SNS Sede nazionale)

L’articolo pubblicato su “Il Secolo XIX” il 19/11/2011

Fonte: SNS Sede nazionale

Rimini, 29 Marzo 2021 – Tony e Ivan Pavolucci, Bagnini di Salvataggio SNS: fratelli salvatori. L’intrevista nell’articolo “In spiaggia siamo riusciti a evitare la morte di un medico”, pubblicato il 29/03/2021 sul quotidiano “Il Resto del Carlino”.

Fonte: Il Resto del Carlino