Balestrate, 13 agosto 2012

Balestrate – Le ultime 48 ore sono state infernali lungo la costa di Balestrate (PA): a causa delle correnti e del mare mosso, dieci persone hanno rischiato di perdere la vita. Tra questi tre bambini, due di essi strappati letteralmente per un soffio alla morte perchè avevano già ingurgitato acqua perdendo i sensi. Solo gli interventi dei bagnini, in alcuni casi davvero estremi, con salvataggi fatti addirittura ad oltre mezzo chilometri di distanza dalla riva, hanno evitato che una tranquilla giornata di mare e relax potesse trasformarsi in tragedia. Scenario di questi attimi di paura e concitazione il tratto di spiaggia accanto al lido Copacabana. Un primo intervento è stato effettuato dalla bagnina Giusi Testagrossa che, da sola, ha affrontato una situazione difficilissima: ha dovuto trarre in salvo una mamma con i due figlioletti.

Successivamente la squadra di bagnini formata da Umberto Di Falco e Marco Cinà ha effettuato altre tre operazioni di salvataggio per portare in salvo complessivamente sette persone.

Le operazioni più difficili in particolare sono state due: dapprima sono stati salvati due bambini che, mentre stavano giocando, si sono allontanati dalla riva senza potere poi riuscire a rientrare. Affannati per le continue bracciate alla fine hanno ceduto finendo sott’acqua. Provvidenziale il lavoro dei bagnini che, dalla loro vedetta in spiaggia, sono riusciti ad intercettare i due piccoli e li hanno letteralmente tirati fuori. Un salvataggio davvero in extremis: entrambi infatti avevano bevuto acqua, tanto da perdere conoscenza. Dopo averli portati a riva, i bagnini hanno fatto riprendere conoscenza ai due ragazzini facendogli espellere l’acqua che avevano ingurgitato: “Non possiamo negare che c’è stato un attimo di paura, si era temuto il peggio perchè entrambi erano finiti sott’acqua” raccontano i bagnini.

L’altro soccorso estremo è stato fatto per portare in salvo due turisti francesi che erano addirittura a 600 metri di distanza dalla riva.

“Non mi stancherò mai di dire – dice Pino Mannelli, Direttore della SNS Sez. di Balestrate – che bisogna attenersi scrupolosamente alle indicazioni dei bagnini: si deve evitare di entrare in acqua quando c’è la bandiera rossa perchè significa che esiste un problema di sicurezza”.

Fonti: tv7partinico.it del 10/08/2012 e il Giornale di Sicilia del 13/08/2012

Tags: