Alassio, 26 dicembre 2012

Alassio – Si sono tuffati in 262, la mattina del 26 dicembre, al cimento invernale di nuoto di Alassio che quest’anno ha raggiunto il mezzo secolo di vita. La temperatura dell’acqua era di 14 gradi, quella esterna di 13. La più giovane partecipante era Silvia Lorenzini, 9 anni, di Bergamo. Il più anziano nuotatore Ettore Tropiano, 80 anni, di Albenga. Ricordato anche Nando Perugino Fiorelli.

La Società Nazionale di Salvamento Sezione di Alassio diretta da Vittorio Dani, organizzatrice della manifestazione, impegna interi mesi di lavoro alla preparazione dell’evento che ogni anno attira migliaia di turisti presenti ad Alassio per le festività natalizie lungo la passeggiata Ciccione.

La manifestazione, presentata da Franco Branco dj, anche quest’anno ha offerto una straordinaria promozione alla città grazie alla presenza dei media locali, nazionali e internazionali che per l’occasione puntano i riflettori su questa curiosa tradizione stagionale. L’evento si è svolto sulla spiaggia antistante il Grand’Hotel Mediterranèe ed ha visto la partecipazione di impavidi bagnanti che, “sprezzanti del pericolo”, si sono gettati coraggiosamente in mare in condizioni atmosferiche decisamente poco tropicali.

Tutti i partecipanti sono stati poi premiati con svariati regali e un ambito diploma, ristorati all’uscita dall’acqua con un ricchissimo banchetto che si conclude con il tradizionale assaggio del vin-brulè, offerto anche al pubblico in passeggiata, oltre agli assaggi degli sponsor partecipanti. Coppe e targhe specifiche sono state assegnate agli sportivi maggiormente meritevoli, quali il più giovane, il più anziano, il più fedele e fra i molti riconoscimenti anche quello a chi arriva da più distante e ai partecipanti stranieri. Grande attenzione è, chiaramente, rivolta alla sicurezza che ha visto impegnati i bagnini di salvataggio, mezzi di soccorso in mare e ambulanze.

Fonte e foto: www.rsvn.it

Tags: