Genova, 24 Aprile 2020 – Riportiamo l’articolo di Cristina Marrone pubblicato online sul “Corriere della Sera – Salute” il 23/04/2020. Corriere.it ha intervistato la Società Nazionale di Salvamento.

Coronavirus in mare, fare il bagno sarà sicuro? E in piscina? Le risposte

Il distanziamento va mantenuto anche in acqua perché il contagio può avvenire attraverso l’aria espirata. In mare il virus ce lo porta l’uomo ma si disperde facilmente

di Cristina Marrone

Il 4 maggio, data fissata per iniziare la fase 2 si avvicina. L’estate, quella che siamo abituati a pensare con lunghi bagni in mare e tintarella sulla spiaggia è dietro l’angolo. Ma la prossima estate potremo fare un bagno al sicuro da Covid-19? Potremo immergerci in tranquillità? E che cosa succede se ci si soffia il naso dopo una banale immersione o se ci si schizza in acqua giocando? L’Istituto Superiore di Sanità e il ministero della Salute con la consulenza della Società Nazionale di Salvamento, presieduta dal professor Giuseppe Marino fondata 150 anni fa a Genova, che da una decina d’anni si occupa anche di medicina di balneazione, stanno studiando un piano ragionato su come poter aprire le attività balneari con regole che verranno poi dettate dal governo.

Leggi l’articolo completo su corriere.it

 

Fonte e immagini: corriere.it

Tags: