Società Nazionale di Salvamento, dal 1871... per la sicurezza della vita sul mare
0
  • Il tuo carrello è vuoto

Corsi

Jesolo, 8 Aprile 2021 – In data 8 aprile 2021, la Società Nazionale Salvamento Sezione di Mestre, accreditata al CREU/118 Veneto, ha avuto l’opportunità di tenere un corso di aggiornamento sulle tecniche di BLSD al personale militare di Circomare Jesolo. Oltre al ripasso delle manovre pratiche -su manichini con feedback immediato-, si è parlato delle importanti precauzioni da adottare in epoca Covid. Gli istruttori Fabio, Milo, Dino, Irvin, Federica e Jacopo, seguiti dal medico di sezione Dott. Blascovich hanno riscosso un ottimo successo e gli operatori si sono rivelati ben preparati ma egualmente interessati agli approfondimenti proposti.

Fonte e foto: SNS Mestre

Macerata, Aprile 2021 – Gli Istruttori della Società Nazionale di Salvamento Sezione Macerata, diretta da Giuseppe Vaccina, insieme agli allievi del corso di Bagnino di Salvataggio.

Fonte e foto: SNS Macerata

Forte dei Marmi, 8/9 Maggio 2021 – In osservanza delle norme vigenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, per i giorni Sabato 8 e Domenica 9 Maggio 2021 sono organizzati a Forte dei Marmi (LU) un corso per “Istruttore di Moto d’Acqua per il salvamento” ed un corso per “Conduttori di Moto d’Acqua per il salvataggio”. I corsi sono a numero chiuso, con un massimo di 10 iscritti per ogni corso.

Location:
– in aula presso la sede Compagnia della Vela Viale Italico n. 1 Forte dei Marmi (LU);
– in mare prossimità Pontile Caricatore Forte dei Marmi.

L’arrivo dei partecipanti a Forte dei Marmi dovrà avvenire in tempo utile per l’inizio del corso. Orari corso: ore 08:30/13:00 e ore 14:00/18:00 di Sabato 8 Maggio; ore 08:30/13:30 di Domenica 9 Maggio.

Requisiti per l’iscrizione:

Corso per “Conduttori di Moto d’Acqua per il salvataggio”

  • patente nautica;
  • brevetto di Bagnino di Salvataggio (rilasciato dalla SNS);
  • età minima 18 anni.

Corso per “Istruttori di Moto d’Acqua per il salvataggio”

  • brevetto di Bagnino di Salvataggio (rilasciato dalla SNS);
  • brevetto Istruttore IAMAS (Istruttore nelle Arti Marinaresche per il Salvataggio);
  • brevetto di “Operatore di moto d’acqua per il salvataggio” rilasciato dalla SNS almeno da due anni;
  • autorizzazione alla partecipazione al corso rilasciata dal Direttore della Sezione per la quale si intende operare;
  • patente nautica.

Iscrizioni: dovranno pervenire tassativamente entro Sabato 1 Maggio 2021, compilando l’allegata domanda ed inviandola via  e-mail ( salvamentofortedeimarmi@gmail.com ) alla SNS Sez. Forte dei Marmi accompagnata da copia del bonifico bancario di € 350,00 da effettuarsi sul C/C intestato alla Società Nazionale di Salvamento Sezione di Forte dei Marmi cod. IBAN- IT 76B0760113700001012353932. Tale versamento rappresenta la quota di iscrizione al corso ed è da intendersi quale copertura dei costi di organizzazione sostenuti.

Info corso, iscrizioni e logistica: sig. Gianluca Genovali, tel. 3477838721, email salvamentofortedeimarmi@gmail.com .
Docente del corso: Gianluca Genovali.

Documenti da produrre in copia e consegnare in loco ai Docenti del corso:

  • 1 domanda di iscrizione al corso moto d’acqua;
  • 1 foto tessera recente;
  • 1 copia documento d’identità fronte retro;
  • 1 copia codice fiscale fronte retro;
  • 1 copia certificato medico di buona salute rilasciato dal proprio medico di famiglia o certificato sportivo in corso di validità;
  • 1 copia patente nautica;
  • 1 copia brevetto Bagnino di Salvataggio;
  • 1 copia brevetto IAMAS.

I partecipanti dovranno avere con sé le dotazioni personali di sicurezza (muta, maschera, pinne, calzari, guanti); chi non ne fosse in possesso potrà usufruire di quelle messe a disposizione della SNS Sez. Forte dei Marmi.

Agli iscritti, durante il corso, verrà distribuito il manuale per Operatore con Moto d’acqua per il Salvataggio edito dalla SNS.

L’esame previsto per il conseguimento del brevetto sarà per iscritto (questionario) ed orale. Durante la prova orale il candidato dovrà dimostrare una lezione mediante l’uso di mezzi audiovisivi. Le capacità di manovra in mare saranno valutate durante la durata del corso da parte dei docenti incaricati.

Fonte: SNS Sede Nazionale – SNS Sez. Forte dei Marmi

Gaeta, Marzo 2021 – Pubblichiamo con orgoglio la lettera di ringraziamento del C.F. (CP) Federico Giorgi, Comandante della Capitaneria di porto di Gaeta, allo staff della Società Nazionale di Salvamento Sezione di Latina, diretta da Gianluca Di Lorenzo, per la disponibilità e la professionalità mostrate in occasione dello svolgimento del corso BLSD a favore del personale della Guardia Costiera di Gaeta, Ponza e Terracina.

Fonte e foto: SNS Latina

Anzio, 19 Marzo 2021 – Riportiamo la versione integrale dell’articolo “Sicurezza in porto, la Capo d’Anzio forma i dipendenti su rianimazione e defibrillatore”, di Roberta Sciamanna, pubblicato su inliberauscita.it, periodico telematico di informazione, il 19/03/2021.

Sicurezza in porto, la Capo d’Anzio forma i dipendenti su rianimazione e defibrillatore

Sicurezza in Porto, la Capo d’Anzio S.p.A. forma tutti i dipendenti sulle manovre di rianimazione e sull’utilizzo del defibrillatore per affrontare anche potenziali situazioni di emergenza che richiedono tempestività d’intervento e competenza nell’area portuale

​Si è da poco concluso, nell’aula del Centro Addestramento Soccorso e Sopravvivenza di Anzio, il corso​ Basic Life Support Defibrillation (BLSD)​ che ha visto la partecipazione di operatori della​ Capo d’Anzio S.p.A. Il corso, finalizzato all’insegnamento delle manovre di rianimazione cardiopolmonare ed al corretto uso del defibrillatore ed organizzato in collaborazione con la Società Nazionale Salvamento sezione di Nettuno, ha sottolineato l’importanza della formazione sull’utilizzo di questo strumento in caso di arresto cardiaco improvviso. Dieci i corsisti che hanno partecipato e sono stati abilitati all’uso del​ Defibrillatore semi automatico esterno.

La Capo d’Anzio già l’anno scorso aveva attivato un Punto DAE, la cui presenza rappresenta una misura fondamentale di prevenzione dei rischi cardio-vascolari. Come è noto l’arresto cardiaco può colpire chiunque, quasi sempre senza preavviso ed i danni, se il ritmo cardiaco non viene ristabilito velocemente, possono essere irreversibili. In attesa dell’arrivo dei sanitari, vitale è intervenire immediatamente; ruolo fondamentale è quindi rivestito dalla presenza, nei luoghi di grande affluenza qual è il porto di Anzio, di dispositivi di​ defibrillazione precoce, assieme a personale adeguatamente formato per assicurare un intervento pronto nei confronti dell’arresto cardiaco improvviso. Nell’ambito della periodica formazione del personale, la Capo d’Anzio ha attivato una collaborazione con il Centro Addestramento Soccorso e Sopravvivenza di Anzio.

La formazione è stata svolta prevedendo una parte teorica, per conoscere i fondamenti delle manovre di salvamento, ed una parte pratica, con la quale i dipendenti hanno avuto modo di misurarsi, con l’ausilio di appositi manichini e nel totale rispetto delle prescrizioni Covid, con le pratiche di rianimazione. Al termine del corso gli ormeggiatori ed il personale amministrativo hanno, così, acquisito le manovre essenziali mirate a preservare, con l’utilizzo del defibrillatore semi automatico, le funzioni vitali di base di un infortunato ed hanno appreso come gestire la fase di emergenza nell’attesa dell’arrivo del personale sanitario.

“Grazie al Centro Addestramento Soccorso e Sopravvivenza di Anzio che è nostro Partner nella formazione del personale e alla sezione Salvamento di Nettuno che ha tenuto il corso – spiega Gabriele Carannante, Responsabile Tecnico Operativo della Capo d’Anzio S.p.A. – la Capo d’Anzio può ora contare su ulteriore personale preparato per affrontare anche potenziali situazioni di emergenza che richiedono tempestività d’intervento e competenza nell’area portuale. Stiamo studiando un altro pacchetto di corsi che rientra in un più vasto piano di sviluppo e di crescita del personale, per garantire livelli di sicurezza in caso di emergenza per i Clienti, anche in vista dell’arrivo della stagione estiva che si preannuncia sin da ora di grandi presenze. Siamo orgogliosi di essere presenti sul territorio sotto molteplici aspetti e di poter essere al servizio della cittadinanza anche in situazioni di necessità”.

Fonte: inliberauscita.it

leggi l’articolo su inliberauscita.it

Forte dei Marmi, 30/31 Ottobre – 1 Novembre 2020 – Nei giorni Venerdì 30, Sabato 31 Ottobre e Domenica 1 Novembre 2020 è organizzato un corso ed esame per Istruttori nelle Arti Marinaresche per il Salvataggio (IAMAS). Il corso si terrà presso la sala Croce Verde, Via Risorgimento n. 1, a Forte dei Marmi (LU) secondo i seguenti orari:

– Venerdì 30 Ottobre:                         14,00 / 19,00 (corso aspiranti ed aggiornamento Istruttori)
– Sabato 31 Ottobre:                           09,00 / 17,00 (corso aspiranti ed aggiornamento Istruttori)
– Domenica 1 Novembre:                   09,00 / 12,00 (esame aspiranti)

Formatori IAMAS incaricati: Gianluca Genovali, Marco Trotti.

Info logistiche: Gianluca Genovali (tel. 3477838721 – gianlucagenovali@gmail.com
Iscrizioni:
al fine di predisporre le operazioni, i Direttori di Sezione dovranno comunicare alla SNS Sede Nazionale (via e-mail sede.nazionale@salvamento.it ) il nome degli aspiranti IAMAS entro Sabato 24 Ottobre 2020.

Al corso sono invitati a partecipare, a titolo gratuito, anche coloro che sono già in possesso del brevetto IAMAS per l’aggiornamento necessario e obbligatorio.

Requisiti di ammissione al corso ed all’Esame I.A.MA.S.

  • brevetto di Bagnino di Salvataggio (Mare) da almeno due anni;
  • brevetto Istruttore BLSD Salvamento Agency;
  • brevetto di Istruttore di nuoto (la laurea in scienze motorie è considerata equipollente);
  • aver partecipato almeno a due corsi della Sezione come aspirante IAMAS per almeno un anno (è necessaria la dichiarazione scritta del Direttore di Sezione).

A completamento dell’iter formativo, gli Istruttori IAMAS dovranno acquisire la qualifica di “Allenatore tecnico di nuoto e nuoto per salvamento”.

Documentazione richiesta per gli Esami (da consegnare al Formatore in loco)

    1. domanda di ammissione (da compilare in loco);
    2. copia del versamento di € 80,00 effettuato sul c.c.p. n.° 521161 intestato a S.N.S. – Genova, causale: “iscrizione corso/esame IAMAS – SNS Forte dei Marmi 2020”;
    3. due fotografie formato tessera;

Tutti i partecipanti dovranno essere muniti di chiavetta di memoria USB e di pc portatile.

Nel corso dell’Esame il candidato dovrà dimostrare di padroneggiare la didattica prevista presentando micro lezioni teorico/pratico del programma, utilizzando anche il materiale e le attrezzature audiovisive (proiettore e computer). A tal fine il candidato dovrà essere in possesso del manuale di Bagnino di Salvataggio, del “Manuale BLSD – Basic Life Support and Defibrillation” per Bagnini di Salvataggio. A tutti partecipanti sarà consegnato il materiale didattico di competenza.

Fonte: SNS Sede Nazionale

Forte dei Marmi, 3/4 Ottobre 2020 – Per i giorni Sabato 3 e Domenica 4 Ottobre 2020 sono organizzati a Forte dei Marmi (LU) un corso per “Istruttore di Moto d’Acqua per il salvamento” ed un corso per “Conduttori di Moto d’Acqua per il salvataggio”. I corsi sono a numero chiuso, con un massimo di 10 iscritti per ogni corso.

Location:

– in aula presso la sede Compagnia della Vela Viale Italico n. 1 Forte dei Marmi (LU);
– in mare prossimità Pontile Caricatore Forte dei Marmi.

L’arrivo dei partecipanti a Forte dei Marmi dovrà avvenire in tempo utile per l’inizio del corso.
Orari corso:
ore 08:30/13:00 e ore 14:00/18:00 di Sabato 3 Ottobre; ore 08:30/13:30 di Domenica 4 Ottobre.

Requisiti per l’iscrizione:

            Corso per “Conduttori di Moto d’Acqua per il salvataggio”

  • patente nautica;
  • brevetto di Bagnino di Salvataggio (rilasciato dalla SNS);
  • età minima 18 anni.

Corso per “Istruttori di Moto d’Acqua per il salvataggio”

  • brevetto di Bagnino di Salvataggio (rilasciato dalla SNS);
  • brevetto Istruttore IAMAS (Istruttore nelle Arti Marinaresche per il Salvataggio);
  • brevetto di “Operatore di moto d’acqua per il salvataggio” rilasciato dalla SNS almeno da due anni;
  • autorizzazione alla partecipazione al corso rilasciata dal Direttore della Sezione per la quale si intende operare;
  • patente nautica.

Iscrizioni: dovranno pervenire tassativamente entro Sabato 26 Settembre 2020, compilando l’allegata domanda ed inviandola via  e-mail ( salvamentofortedeimarmi@gmail.com ) alla SNS Sez. Forte dei Marmi accompagnata da copia del bonifico bancario di € 350,00 da effettuarsi sul C/C intestato alla Società Nazionale di Salvamento Sezione di Forte dei Marmi cod. IBAN- IT 76B0760113700001012353932. Tale versamento rappresenta la quota di iscrizione al corso ed è da intendersi quale copertura dei costi di organizzazione sostenuti.

Info corso, iscrizioni e logistica: sig. Gianluca Genovali, cell. 3477838721, email salvamentofortedeimarmi@gmail.com .
Docenti del corso: Gianluca Genovali.

Documenti da produrre in copia e consegnare in loco ai Docenti del corso:

  • 1 domanda di iscrizione al corso moto d’acqua;
  • 1 foto tessera recente;
  • 1 copia documento d’identità fronte retro;
  • 1 copia codice fiscale fronte retro;
  • 1 copia certificato medico di buona salute rilasciato dal proprio medico di famiglia o certificato sportivo in corso di validità;
  • 1 copia patente nautica;
  • 1 copia brevetto Bagnino di Salvataggio;
  • 1 copia brevetto IAMAS.

I partecipanti dovranno avere con sé le dotazioni personali di sicurezza (muta, maschera, pinne, calzari, guanti); chi non ne fosse in possesso potrà usufruire di quelle messe a disposizione della SNS Sez. Forte dei Marmi.

Agli iscritti, durante il corso, verrà distribuito il manuale per Operatore con Moto d’acqua per il Salvataggio edito dalla SNS.

L’esame previsto per il conseguimento del brevetto sarà per iscritto (questionario) ed orale. Durante la prova orale il candidato dovrà dimostrare una lezione mediante l’uso di mezzi audiovisivi. Le capacità di manovra in mare saranno valutate durante la durata del corso da parte dei docenti incaricati.

Fonte: SNS Sede Nazionale – SNS Sez. Forte dei Marmi

Grottammare, 6 Settembre 2020 – Domenica 6 Settembre 2020 presso la Sala Consiliare del Comune di Grottammare, alla presenza del Sindaco Enrico Piergallini, del Vice Sindaco di Castignano Andrea Fioravanti e del rappresentante della Capitaneria di Porto Michele Bafonno, il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, accompagnato dalla Vice Anna Casini, ha premiato con una targa la Società Nazionale Salvamento Riviera delle Palme e con una Pergamena di Benemerenza i bagnini Cristiano Gasparretti (Istruttore Iamas), Luca Buttafoco, Stefano Mellozzi, Cristiano Merli e Riccardo Esposito “per la coraggiosa e ardita azione di salvataggio in mare che il 29 Agosto 2020 ha permesso di portare in salvo 4 persone che versavano in serissimo pericolo di vita”.
Quando ho letto la notizia – dice il Presidente della Regione Luca Ceriscioli – ho immaginato cosa sarebbe accaduto se se non ci fosserostati quei bagnini. Avremmo parlato di un accadimento tragico e pianto giovani vittime.Grazie all’impegno, alla capacità,al coraggio e alla competenza di questi ragazzi abbiamo letto una notizia che è significata esattamente lo stesso, parlava di serieta’ competenza e valore aggiunto per il nostro territorio.

L’articolo del Corriere Adriatico – ed. Ascoli Piceno, pubblicato il 07/09/2020

La targa della Regione Marche alla Società Nazionale di Salvamento

Foto di gruppo dopo la premiazione

Fonte: Corriere Adriatico

Foto: SNS San Benedetto del Tronto

Genova, 22 Giugno 2020 – Comunicazione del Prof. Giuseppe Marino, Presidente della Società Nazionale di Salvamento, indirizzata ai Bagnini di Salvataggio.

A tutti i Bagnini di Salvataggio SNS

Prot. n.° 150  del 19/06/2020

OGGETTO: “Raccomandazioni Medico-Scientifiche sull’uso dell’Ossigeno nel Soccorso Acquatico”. Aggiornamento gratuito.

La Società Nazionale di Salvamento organizza un breve aggiornamento sulla somministrazione ossigeno in caso di sommersione-annegamento o arresto cardiorespiratorio.

L’aggiornamento – tenuto dal Direttore Generale Sanitario SNS Dr. Alfredo Rossi – intitolato “Raccomandazioni Medico-Scientifiche sull’uso dell’Ossigeno nel Soccorso Acquatico” è aperto a tutti, in particolare a coloro che sono in possesso del brevetto di Bagnino di Salvataggio/Assistente Bagnanti.

L’aggiornamento, della durata di circa 1 ora, è gratuito ed accessibile sulla piattaforma www.salvamentonline.it a partire da Martedì 23 Giugno 2020, ed è propedeutico al completamento del corso di specializzazione “Somministrazione Ossigeno”.

Per accedere è necessario seguire la seguente procedura:

  1. se non si è già iscritti in piattaforma, registrarsi attraverso il seguente link https://www.salvamentonline.it/registrazione-studente/ , altrimenti effettuare il login con le Vostre credenziali;
  2. Confermare la mail in caso di nuova registrazione;
  3. Seguire la lezione alla seguente pagina: https://www.salvamentonline.it/corso/raccomandazioni-medico-scientifiche-sulluso-dellossigeno-nel-soccorso-acquatico/
  4. Premere sul bottone “Segui questo corso”.

Fraterni saluti.
Genova, 19 Giugno 2020

Il Presidente Nazionale
Dott. Prof. Giuseppe Marino

Scarica la comunicazione  “Raccomandazioni Medico-Scientifiche sull’uso dell’Ossigeno nel Soccorso Acquatico”. Aggiornamento gratuito (PDF)

Genova, 21 Maggio 2020 – Riprende l’attività formativa e gli esami di bagnino di salvataggio. Pubblicate sul sito del MIT – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti le “Linee guida sul servizio degli assistenti bagnanti”.

A tutte le Sezioni Territoriali S.N.S.
LORO SEDI

e p.c. Ai membri del Consiglio
Direttivo Nazionale SNS

Prot. n.° 94 del 21/05/2020

OGGETTO: Circolare: ripresa attività formativa ed esami di bagnino di salvataggio e Linee guida sul servizio degli assistenti bagnanti (MIT)

Si informa che il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, ha interessato con propria circolare i suoi Comandi periferici comunicando la ripresa delle attività amministrative in materia di esami per il conseguimento di titoli professionali marittimi, di concorsi, di abilitazioni per il conseguimento di patenti nautiche da diporto e di brevetti per l’esercizio della professione di “bagnino di salvataggio”.
Il provvedimento ribadisce la necessità che la ripresa di dette attività avvenga, sul piano generale, nel rispetto delle prescrizioni sul distanziamento sociale e conferma la connotazione di esclusiva finalità di tutela della vita umana in mare che caratterizza le ordinanze di sicurezza balneare emanate dalle Autorità Marittime, da cui esulano disposizioni in materia di gestione delle aree demaniali marittime o di sanità pubblica, evidentemente rientranti nella sfera di competenza di altri Enti/Amministrazioni.
In tale contesto viene altresì espressamente raccomandato che il ruolo di bagnino di salvataggio mantenga la sua caratteristica esclusiva di presidio di sicurezza per i frequentatori delle spiagge.
La circolare in parola molto opportunamente segnala che sul sito web del Ministero, all’indirizzo:
http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/fase-2bis-linee-guida-mit-per-il-trasporto-nautico-e-la-balneazione
sono pubblicate le linee guida per la nautica da diporto e la sicurezza della balneazione quale utile riferimento per l’utenza di settore.
All’interno di tali linee guida sono inserite le linee guida sul servizio degli assistenti bagnanti, contenute a loro volta nel più ampio contesto delle linee guida per l’informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del COVID-19 in materia di trasporto – nautica da diporto:

——–

LINEE GUIDA SUL SERVIZIO DEGLI ASSISTENTI BAGNANTI

Inquadramento generale

Il bagnino di salvataggio, per la funzione ricoperta ed il servizio che è chiamato ad espletare, risulta essere a rischio contagio sia ove impiegato presso strutture balneari in concessione, che su spiagge libere alle dipendenze di cooperative di servizi o direttamente degli enti locali territorialmente competenti. Per tale fine, sono state individuate, di seguito, alcune prescrizioni afferenti l’organizzazione e l’espletamento del servizio dell’assistente bagnanti presso le strutture balneari ed altri siti di balneazione in ambito demaniale marittimo. L’adozione delle indicazioni in esame si avvale del parere del Ministero della salute e del Comitato Tecnico-Scientifico costituito presso il Dipartimento della Protezione civile per l’emergenza sanitaria in atto, nonché del preliminare confronto con i tre Soggetti attualmente autorizzati al rilascio dei brevetti di salvataggio (Fin, Fisa e SNS).

Disciplina del servizio di assistenza bagnanti presso strutture balneari in emergenza rischio di contagio da virus Covid-19.

1) Valgono per l’assistente bagnanti le regole generali di prevenzione, igiene e profilassi, in virtù delle quali, ovviamente, laddove il soggetto avverta dei sintomi in qualche modo riconducibili alle patologie connesse al contagio da coronavirus, ovvero laddove misuri una temperatura corporea superiore a 37,5°, diventa obbligatorio restare confinato presso la propria residenza o domicilio;

2) Attesa la natura dell’assistente bagnanti di “operatore di primo soccorso”, è obbligatoria per tutti gli assistenti bagnanti la sottoposizione preventiva (prima dell’assunzione in servizio) e periodica al test di controllo della positività al CoVid-19 (tampone o test sierologico), il cui esito dovrà essere reso noto al proprio Datore di lavoro.

Nota

La disposizione costituisce traduzione delle linee guida in materia di professioni sanitarie, in considerazione dell’assimilabilità dell’assistente bagnante ad un “operatore di primo soccorso” nel momento in cui fosse chiamato a praticare manovre di rianimazione: diventa, al riguardo, necessario dare a tutti coloro che vengono a contatto con l’assistente bagnanti garanzie circa l’assenza di rischio da contagio, che solo il test specifico può dare.

3) Ogni assistente bagnanti deve:

a) aver ricevuto dagli Enti preposti ai brevetti di salvataggio (FIN, SNS e FISA) o dal RSPP dello Stabilimento balneare ove presta servizio, apposito indottrinamento sui rischi di esposizione al contagio da agenti virali trasmissibili, contaminazione, uso di apposite attrezzature che riducano il rischio di contagio nel caso fosse necessario praticare manovre di primo soccorso e rianimazione.
b) essere dotato delle seguenti dotazioni individuali e personali (non utilizzabili da altri assistenti bagnanti): fischietto, un paio di pinne, pallone tipo “Ambu” e pocket-mask, salvagente “rescue can” (tipo baywatch) o “rescue tube” (siluro), maschera e boccaglio, (preferibilmente maschera 8 facciale) binocolo, giubbotto di salvataggio (in neoprene, o altro materiale o fattura adatta al nuoto), VHF di tipo portatile per comunicare con la direzione o con le altre postazioni di salvataggio esistenti (eventuali ulteriori dotazioni o DPI prescritti dall’Ordinanza di sicurezza balneare o imposti dal Datore di lavoro);
c) prestare il primo soccorso in caso di incidenti connessi alla balneazione, nei limiti dei compiti di prima assistenza e delle abilitazioni conseguite, utilizzando i dispositivi anticontagio in dotazione (pallone “Ambu”, maschera professionale di rianimazione “pocket mask”);

Nota

Il bagnino non può esimersi dall’effettuare un salvataggio, se necessario, anche a nuoto. L’unico attrezzo in grado di garantirgli una buona sicurezza in tal caso – evitandogli di entrare in immediato contatto fisico con un pericolante e/o bisognoso di assistenza – è un salvagente di tipo “baywatch” (rescue can) o il c.d. “siluro” (rescue tube). Ogni Ente Formatore dovrà provvedere a pubblicare Linee Guida specifiche e/o procedere con appositi momenti formativi in ordine al corretto uso dei predetti dispositivi. I sopraelencati dispositivi sono aggiuntivi rispetto a quelli presenti e previsti nel locale di primo soccorso.

4) Costituisce obbligo del gestore/datore di lavoro provvedere alla sanificazione quotidiana delle postazioni di salvataggio e delle relative dotazioni, nonché alla sanificazione delle attrezzature utilizzate in occasione di ogni intervento da parte dell’assistente bagnanti. A tal fine, di ogni dotazione a cura del gestore dovrà esserne prevista adeguate unità di scorta, ai fini della pronta disponibilità di dotazioni già sanificate.

Nota

La disponibilità di una postazione di salvataggio sopraelevata e delle attrezzature nei pressi della postazione garantirebbe al bagnino di salvataggio un adeguato distanziamento nella normale fase di controllo della balneazione.

——–

Quanto sopra premesso, si invitano codeste Sezioni Territoriali a riprendere la normale attività formativa in stretta aderenza con i Comandi delle locali Capitanerie di porto e con la rigorosa osservanza delle disposizioni fin qui emanate in materia di distanziamento sociale dalle Autorità nazionali e regionali competenti.

Fraterni saluti.

Il Presidente Nazionale
Dott. Prof. Giuseppe Marino

Scarica il file Circolare: Ripresa attività formativa ed esami di bagnino di salvataggio e Linee guida sul servizio degli assistenti bagnanti (MIT) (PDF)