Società Nazionale di Salvamento, dal 1871... per la sicurezza della vita sul mare
0
  • Il tuo carrello è vuoto

intervista

Roma, 14 Giugno 2024 – “Come comportarsi a mare”. Nella puntata del 14/06/2024 di “Camper”, il programma di Rai 1 condotto da Marcello Masi, il bagnino ed Istrtuttore SNS, Elia Spanò racconta come evitare i pericoli in mare.

Guarda il video su raiplay.it

Fonte e immagine: RAI

Genova, Maggio 2023 – La Società Nazionale di Salvamento in copertina. “Salvamento.it: il soccorso in mare è la nostra missione”: l’articolo sul trimestrale Up Italia  magazine,  n.° 17 2024 / aprile maggio giugno.
Salvamento. Oltre 150 per la salvaguardia della vita umana in mare e garanzia di sicurezza in acqua…

La copertina di Up Italian magazine n.° 17 2024 / aprile maggio giugno. Nelle edicole!

h

Fonte e immagini: SNS – Up Italia magazine

Perth, 4/7 Dicembre 2023 – La Società Nazionale di Salvamento partecipa al World Conference on Drowning Prevention 2023 . La Conferenza mondiale, organizzata da Royal Life Saving Australia e da Surf Life Saving , si tiene dal 4 al 7 Dicembre 2023 presso il Perth Convention and Exhibition Centre, Perth, Australia. Un evento di rilevanza mondiale che focalizza l’attenzione sulla prevenzione degli annegamenti. La WCDP 2023 riunisce esperti in materia di prevenzione degli annegamenti, salvataggio e sicurezza in acqua con l’obiettivo di definire una strategia globale e mobilitare all’azione.

La Società Nazionale di Salvamento è presente con il Dr. Riccardo Ristori, Direttore generale sanitario: Sono entusiasta di trovarmi qui, circondato dai grandi del mondo. Prevenire l’annegamento è il nostro obiettivo comune, mediante: lo sviluppo di soluzioni preventive innovative, il miglioramento delle tecniche di soccorso, l’aggiornamento delle migliori procedure per la rianimazione dell’annegato. Con l’entusiasmo di sempre condividerò le conoscenze acquisite e il lavoro di squadra sarà la chiave per creare un impatto significativo. Insieme possiamo generare ONDE di cambiamento che ci avvicinino a un futuro più sicuro per tutti “.

Foto: SNS
Immagini: WCDP 2023

Campi Bisenzio, Novembre 2023Una squadra di sei componenti della Società Nazionale di Salvamento Viareggio-Versilia, diretta da Antonio Colonna, dotata di furgone, auto e jeep con carrello e gommone, è intervenuta in soccorso della popolazione delle zone alluvionate in Toscana. Un viaggio di tre ore da Pietrasanta (LU) attraverso l’autostrada interrotta, poi – da Pistoia – attraverso strade di campagna fino a Campi Bisenzio (FI).
Arrivata a destinazione la squadra e ricevuta la zona di competenza, sono iniziati gli interventi di soccorso alla popolazione, lavorando in colonna mobile con la “Swift Water” di Vecchiano, per un totale di 3 squadre.
Quasi 24 ore di intervento complessive, tra giovedì 2 e venerdì 3 novembre. Tratte in salvo sei persone.

Gli articoli sul quotidiano “La Nazione”

Fonte e foto: La Nazione – SNS Sez. Viareggio-Versilia

Mestre, Settembre 2023 – Si è conclusa, per la Società Nazionale di Salvamento Sez. Mestre, la stagione di sorveglianza gratuita/volontaria della spiaggia libera di Eraclea Mare – Abeti (VE) in collaborazione con la Guardia Costiera Ausiliaria Venezia. Il Direttore Dino Basso: “Abbiamo dedicato 17 giornate nei fine-settimana all’insegna della prevenzione, diffusione della cultura della balneazione sicura, anche con numerosi interventi sanitari. È stata una piacevole sorpesa per noi, per i numerosissimi bagnanti, per l’amministrazione comunale di Eraclea. E’ servito anche come banco di prova per numerosi neo-bagnini che hanno potuto cimentarsi, assistiti da persone esperte, in cosa vuol dire fare sicurezza. I titolari della postazione sono stati Roberto Marconi e Monica Zinnato con le loro unità cinofile brevettate SNS. Ci sarà sicuramente un seguito… a breve. Un ringraziamento a tutti i volontari e ai loro amici a 4 zampe che si sono avvicendati”.
Visita la pagina facebook della Società Nazionale Salvamento – Mestre
Fonte e foto: SNS Mestre
Fregene, 2 Agosto 2023 – Si è svolta Mercoledì 2 Agosto a Fregene (RM) la 10^ edizione del Palio della voga”, manifestazione ormai tradizionale organizzata dalla Società Nazionale di Salvamento Sez. Fregene, diretta da Domenico Putino.  Durante l’evento si sono svolte anche attività con i bambini, rivolte alla prevenzione degli incidenti in mare.
Presenti all’iniziativa il comandante Alfonso Formisano del’Ufficio Locale Marittimo Fregene, il Sindaco Mario Baccini, Mario Russo incaricato dal Sindaco per le problematiche delle spiagge e per la loro sicurezza, Domenico Putino Direttore della SNS Fregene, Fabrizio Monaco giornalista de “Il Messaggero”.

Durante la manifestazione a Guardia Costiera ha premiato molti bagnini che hanno compiuto salvataggi durante la stagione balneare. Un attestato di pubblica benemerenza è stato conferito alla Società Nazionale di Salvamento Sez. Fregene.

L’articolo di Fabrizio Monaco pubblicato su “Il Messaggero” il 03/08/2023.
Le foto

Fonte e foto: SNS Sez. Fregene  – “Il Messaggero”

San Benedetto del Tronto, 1 Agosto 2023 – Come da tradizione all’inizio del mese di agosto, i Bagnini di San Benedetto del Tronto, con in testa i responsabili locali della SNS Luca Buttafoco e Gianluigi Marinangeli, hanno incontrato i vertici della Capitaneria di porto con la comandante Alessandra Di Maglio in persona.
Foto di rito al Molo Sud, ma soprattutto uno scambio di battute ed alcune raccomandazioni da parte della comandante ai bagnini del servizio di salvamento: massima attenzione, vigilanza e controllo di ciò che accade in acqua, segnalazione di situazioni potenzialmente problematiche.
Leggi articolo completo pubblicato il 01/08/2023 sul quotidiano online lanuovariviera.it Ecco agosto, la stagione entra nel vivo. Vertice tra bagnini e capitaneria: “Tutti al lavoro per un’estate sicura”
Fonte e foto: lanuovariviera.it
Sabaudia, 25 Luglio 2023 – Lo scorso 21 Luglio, durante il suo primo giorno di lavoro, la 19enne neo bagnina di salvataggio SNS Noemi Marangon ha salvato cinque persone dall’annegamento: è successo venerdì scorso sulla spiaggia della Bufalara a Sabaudia (LT).
Già al mattino il forte vento di scirocco ed il mare mosso hanno reso; tre difficili interventi nel giro di poco tempo. Noemi è intervenuta prima in aiuto di un kite surfer che, avvicinatosi a riva, ha chiesto soccorso. Mentre stava avvisando la Capitaneria di porto, la giovane ha notato un uomo che – caduto in  una “buca” – era stato trascinato dalla forte corrente e non riusciva a tornare a riva e, pochi istanti dopo, anche la moglie ed un altro ragazzo, buttatisi in acqua per cercare di aiutare l’uomo, si sono ritrovati a loro volta in balìa delle onde. Non potendo utilizzare il pattino a causa del mare mosso, la giovane Noemi ha soccorso e portato in salvo tutti e tre utilizzando solo il salvagente di tipo “baywatch”.
Appena il tempo di riprendere il fiato; altri due giovani in difficoltà a causa dalle forte corrente e Noemi è intervenuta nuovamente: uno dei due ragazzi è riuscito a uscire dall’acqua da solo, l’altro è stato trascinato a riva dalla bagnina. In pochi minuti, Noemi Marangon ha salvato cinque persone: “Ho solo fatto il mio lavoro, sono contenta che sia andato tutto bene. La parte più difficile è mantenere la lucidità”. Brava Noemi!
La soddisfazione di Gianluca Di Lorenzo, Direttore della SNS Sezione Latina:  “I bagnini vengono formati nei mesi invernali con la Società Nazionale Salvamento. Molti ragazzi arrivano dalle scuole e sono giovani, giovanissimi e sono molto volenterosi. Ci alleniamo al mare, in piscina, facciamo tanta formazione sanitaria. I nostri bagnini sono abilitati al soccorso e all’uso del defibrillatore. Ma soprattutto amano il mare e si spendono per gli altri. A volte passiamo delle giornate che sembrano interminabili – precisa Di Lorenzo – e in altre è un secondo a fare la differenza: in quei momenti scatta l’adrenalina e andiamo a recuperare le persone. Lì si concentra tutta la formazione fatta nei lunghi mesi invernali. Il Comune di Sabaudia ha messo a disposizione 12 postazioni di salvataggio sulle spiagge libere, dotate di kit medico e i nostri ragazzi garantiscono la sicurezza anche di chi non frequenta gli stabilimenti”.
L’articolo di Fabrizio Scarfò pubblicato il 24/07/2023 su “Il Messaggero” 

Fonte e immagini: TG La7 – Tgcom24 – Sky Tg24 – Il Messaggero

Nettuno, 30 Maggio 2023 – Riportiamo la versione integrale dell’articolo “I volontari della società di salvamento Nettuno in prima linea in Emilia”, pubblicato su ilclandestinogiornale.italiasera.it , settimanale di informazione, il 30/05/2023.

I volontari della società di salvamento Nettuno in prima linea in Emilia

leggi l’articolo su ilclandestinogiornale.italiasera.it

Il gruppo di Protezione Civile della Società Nazionale della Salvamento ODV di Nettuno PROCIV ARCI è stato attivato dall’Associazione Nazionale Prociv Arci Colonna Mobile venerdì 19 maggio, con partenza sabato 20 maggio alla volta di Forlì per mettersi a disposizione del COC di Forlì.
La squadra, composta dal responsabile Fausto Onori, gli operatori Simona Quinto, De Leonardis Marco e Ferrante Francesco, alle 7 è partita da Nettuno, per raggiungere la località assegnata, dove sono stati registrati, assegnati i compiti e la mattina di domenica 21 operativi a Forlì.
La squadra si è messa a disposizione del Posto di Comando dei VV.FF. indirizzandoci nella zona alluvionata.
Lo scenario che si presentato ai nostri occhi, era uno dei gironi danteschi, uomini e donne, giovani e non più giovani, sporchi di fango si muovevamo faticosamente nel fango che gli avvinghiava le gambe e che a stento riuscivano ad uscire da quel pantano. Con qualsiasi attrezzo cercavano di liberare la strada, di portarsi a fatica all’interno della abitazione, dove l’acqua in alcuni posti aveva raggiunto i quattro metri di altezza, seppellendo tutto.
Ai lati della strada, mucchi di materiali di ogni genere, a testimonianza della devastazione provocata dall’esondazione del fiume Montone.
Un andirivieni di mezzi di sococorso, di squadre di volontari che si passavamo tra le mani ogni genere di cose dalle più semplici alle più pesanti, dentro i piani interrati dove bisognava fare presto a togliere tutto, prima che la fanghiglia di solidificasse e divenisse come il cemento.
Non possiamo dimenticare, la dinamicità con cui le persone si muovevano per poter fare qualcosa. Anche se non si conoscevano, lavoravano in armonia, senza indulgiare su ogni cosa che c’era da fare. In un’abitazione di due medici, marito e moglie ormai in pensione, c’era preoccupazione perché non avevano nessuno che potesse aiutarli, un attimo dopo, la villa era piena di volontari che chiedevano se potevano dare una mano. Nello sbomgero della cantina e del piano terra, sono state ritrovate alcune bottiglie di vino anche pregiato, allora la signora, le ha pulite dal fango, ha preso dei bicchieri, stappato le bottiglie e offerto il vino a tutti, dopo due giornate di lavoro, un momento per sdrammatizzare. La nostra squadra ha partecipato alla pulizia di questa villa, insieme ad una seconda villa. Poi abbiamo coordinato i lavori nella parrocchia di San Benedetto, spalando il fango insieme a tanti giovani volontari. A tutti, abbiamo imparato come si usava un badile, nessuno l’ho aveva fatto prima. E via per un altro intervento. La nostra Simona, una maestra della scuola primaria da poco entrata nella nostra associazione, con vero senso di altruismo si è buttata a capofitto in quello che riteneva giusto fare per gli altri, essendo veramente da esempio anche per noi più anziani. Lei ci ha dato supporto, portandoci acqua, qualche biscotto oppure andando a prendere degli attrezzi che avevamo sul nostro pickup ed ha usato il badile e portato la carriola piana di fango, non l’abbiamo vista mai stanca. Quando si è resa disponibile per partire, ghi ho detto: Simone, tu vieni. Poi deciderai se rimanere, o andare via dalla nostra associazione, questa per te è la cartina tornasole. Ebbene, ha deciso di rimanere. Siamo, comunque ritornati stanchi, ma con un bagaglio pieno di emozioni e la consapevolezza che essere nella Protezione Civile deve essere un orgoglio per chi ne fa parte. Ci rivolgiamo a tutti coloro che voglio dedicare parte del loro tempo libero per divenire Volontari della Protezione Civile, noi facciamo la differenza.

Fonte e immagini: ilclandestinogiornale.italiasera.it