Grottammare, 30 Agosto 2020 – Forte vento e mare mosso hanno messo a dura prova i bagnini di Grottammere (AP), numerosi i salvataggi: l’articolo di Marcello Iezzi pubblicato il 30/08/2020 su ilrestodelcarlino.it – Ascoli.

Grottammare, portati a largo dalla corrente. Sei ragazzi salvati dai bagnini

Provvidenziale intervento sulla spiaggia, dove un gruppo di Castignano ha rischiato grosso

leggi l’articolo su ilrestodelcarlino.it

<<Il mare mosso da sud-est, nel pomeriggio di ieri ha messo a dura prova i bagnini di salvataggio che hanno dovuto tenere la guardia altissima per scongiurare rischi ai bagnanti. Poco prima delle 18 sul litorale di fronte alla Scogliera, lungomare sud di Grottammare, infatti, sono dovuti accorrere in quattro per soccorrere sei ragazzi di Castignano che stavano per essere portati a largo dalle forti correnti. Quando si sono accorti che qualcuno sbracciava fra le onde, i bagnini non ci hanno pensato due volte, a nuoto, con i pattini e con la tavola, sono accorsi in loro aiuto.

Riccardo Esposito ne ha portati a terra tre, Stefano Mellozzi ne ha soccorso uno in serie difficoltà, Cristiano Merli e Andrea Menzietti ne hanno portato a terra altri due. Uno dei bagnini è rimasto anche contuso a un piede. Uno dei sei ragazzi, 19 anni, aveva bevuto ed è stato subito messo in sicurezza dai bagnini che l’hanno aiutato ad espellere l’acqua di mare, tanto che non è stato neppure necessario il trasporto al Pronto Soccorso.

“I bagnini sono stati bravissimi” è stato il commento del medico del 118 che è rimasto sul posto per monitorare le condizioni del ragazzo che aveva bevuto e che ha rifiutato di andare in ospedale. Per primo sul posto è arrivato l’operatore del Quad della Misericordia, poi l’equipaggio della Potes 118 e quindi la motovedetta ed il gommone della capitaneria di porto. “E’ stato un salvataggio a catena – raccontano i giovani – uno dopo l’altro ci siamo dati una mano. Il primo di noi è andato a nuoto, poi quando ci siamo accorti che ne erano tanti, siamo partiti con i pattini e abbiamo ricevuto man forte anche dal collega che operava a nord della scogliera. E’ andata bene così, ma abbiamo rischiato molto”.>>

Marcello Iezzi

Fonte e foto: ilrestodelcarlino.it – Ascoli

Tags: